Festa di Santa Croce e Processione a Lucca
Postato da Silvia Madrigali il 13/09/2018

Festa di Santa Croce e Processione a Lucca
Avrete sicuramente sentito dire che il 14 settembre a Lucca si festeggia Santa Croce, che la sera della vigilia (13 settembre) c'è la Luminara o la Processione in Venerazione della Santa Croce o del Volto Santo... ecco di cosa si tratta:

La Luminara di Lucca è un’antica consuetudine religiosa legata al Volto Santo, cioè il grande crocifisso ligneo (alto circa due metri e mezzo) conservato nella Cattedrale.

Tuttora venerato da lucchesi e non, il Volto Santo è lo storico protagonista della festa di Santa Croce, tradizionale ricorrenza della città che si tiene il 14 settembre. 

E’ proprio il Volto Santo, infatti, il motivo principale per cui questa festa ha assunto, nel corso degli anni e della storia, una tale importanza per i cittadini e credenti di tutta Europa.

 
Si tratta di un crocifisso ligneo la cui realizzazione è stata attribuita a Matteo Civitali. Situato nel Duomo di San Martino, si dice sia stato scolpito da Nicodemo, un discepolo di Cristo, per immortalarne le sembianze e, dopo infinite avversità, sia finito nelle mani del vescovo di Lucca nell'ottavo secolo divenendo, da allora, una vera leggenda per gli abitanti della città e non solo.

Secondo la “Leggenda Leobiniana”, risalente al XII secolo, il volto del crocifisso non sarebbe opera di san Nicodemo, ma frutto di un miracolo: un’immagine cosiddetta acheropita, cioè non fatta da mano d’uomo.

Così, come si legge in un documento del 1308, “in vigiliae Sanctae Crucis, pro honore illius Sanctissimi Vultus et pro honore civitatis” (nella vigilia della festa dell’Esaltazione della Santa Croce, in onore di quel Volto Santo e della città), i lucchesi addobbano con lumini le proprie case e si recano, cantando e pregando, a trovare il loro protettore.

Il rito prevedeva, e prevede tutt'oggi, una processione che, partendo dalla Basilica di San Frediano, attraversa tutta la città fino ad arrivare al Duomo per rendere omaggio al crocifisso ligneo. 

Caratteristica, ed elemento indispensabile, della Festa di Santa Croce è la luminara: tutti i partecipanti alla processione sono soliti portare un cero o un lume, così come tutti gli edifici che si trovano lungo il percorso della processione sono illuminati o addobbati con piccoli bicchierini contenenti delle candele.

Mentre le luci dei lampioni e dei negozi vengono rigorosamente spente. 

Una luminosa processione di uomini e donne talmente gremita che di norma quando la sua testa giunge alla meta, la sua coda è ancora ferma presso la chiesa di partenza.

La lunga giornata di vigilia inizia fin dalla prima mattina con la vestizione del Volto Santo che viene vestito con lussuosi paramenti, custoditi nel museo della Cattedrale per tutto il resto dell'anno.

Le celebrazioni per il giorno della Luminara iniziano alle 12 con il suono festoso di tutte le campane dell’Arcidiocesi. 

Alle 18, nella cattedrale di San Martino, si tiene la celebrazione dei primi Vespri, presieduta dall’arcivescovo Italo Castellani e il servizio musicale della cappella della cattedrale Santa Cecilia. 

Dopo che il sindaco avrà ricevuto a Palazzo Orsetti le rappresentanze dei Lucchesi nel Mondo, alcuni dei quali arrivati appositamente in Lucchesia per l'occasione alle 19,15 tutti i partecipanti alla processione si raduneranno in piazza San Frediano dove verranno distribuiti i ceri e i cartelli delle singole rappresentanze.

Alle 20, dopo la preghiera d’inizio sul sagrato della basilica di San Frediano, partirà la processione. 

All’arrivo in cattedrale ci saranno l’omaggio al Volto Santo da parte di tutte le delegazioni, la preghiera dell’arcivescovo, i canti liturgici delle corali presenti, la liturgia conclusiva, il consueto Mottettone e la benedizione finale.

 
La serata sarà come di consueto chiusa dallo spettacolo pirotecnico.

Inoltre, la Festa di Santa Croce rientra in un ambito ben più grande ed importante di ricorrenze e festeggiamenti che hanno luogo a Lucca e coinvolgono tutto il mese di Settembre, divenuto il famoso Settembre lucchese. 

C'è la fiera, un mercato che si svolge nei giorni 14, 21 e 29 settembre, la tradizionale fiera agricola e degli animali, le giostre e i famosi frati, ciambelle con il buco nel mezzo, fritte e ricoperte di zucchero e bomboloni, che sono invece ripieni di cioccolata o crema