La Zecca di Lucca
Postato da Silvia Madrigali il 23/01/2017

La Zecca di Lucca


La Zecca di Lucca è la più antica Zecca d’Europa, la nostra città infatti ha iniziato a battere moneta nel 650 d.C. e ne ha coniate oltre duemila, fino al 1843, quando Carlo Lodovico di Borbone decise di sospenderne l’attività perchè il denaro circolante era , a suo parere, sufficiente al fabbisogno dello Stato.

Le monete di questa Zecca hanno circolato in tutto il continente, passando dalle mani di mercanti e banchieri lucchesi protagonisti di quel ricco commercio che coinvolgeva Italia, Fiandre, Inghilterra, penisola iberica e in cui i lucchesi, fieri della loro autonomia, esprimevano la loro capacità economica e culturale.

 
Le monete lucchesi non erano solo in oro e argento , alcune vennero coniate in leghe di bronzo per le transazioni meno importanti , ma tutte si riconoscono dal monogramma “Luca” che campeggia sempre su una faccia e dai nostri simboli più forti:

c’è la moneta con il Volto Santo (il crocifisso ligneo venerato a Lucca) , che Carlo Magno prese con sé mentre percorreva la Via Franchigena e la portò alla tomba di San Pietro, dove, una volta ritrovata , ha permesso di stabilire la data dell’arrivo del crocifisso ligneo nella nostra città;

c’è il castruccino, la moneta che Castruccio Castracani, il condottiero lucchese  iniziò a battere alle porte di Firenze
e il santacroce con l’effigie di San Martino.

In alcune monete campeggia invece lo stemma comunale con la scritta “libertas” che ci fa intuire che forse Lucca per mantenere la propria indipendenza l’ha dovuta pagare.

Quando Lucca fu assoggettata a Pisa, poté continuare a battere moneta ma con l’obbligo di raffigurazione dell’aquila ghibellina
 
Dopo più di un secolo, nel 1996 la Zecca è stata riaperta ed è stato istituito il Museo, che si trova sulle mura della città, presso la Casermetta di San Donato.

Nato con l’intento di salvaguardare la memoria di questo aspetto culturale della città, il museo ha al suo interno una ricca collezione permanente di monete, medaglie e documenti e i visitatori possono assistere alla battitura della moneta lucchese, realizzata con metodi e strumenti antichi.

 
Ci sono dunque mostre permanenti, dove le monete sono le protagoniste, ma anche una collezione di bilance e pesi monetali oltre all’esposizione di documenti che spiegano la storia della monetazione dalle origini fino ai nostri giorni e una biblioteca-archivio.
 
Per un viaggio affascinante nella nostra cultura alloggiate presso il nostro b&b vicino alla Zecca di Lucca!